Amore e libertà

IN RELAZIONE AL RAPPORTO INTERNO-ESTERNO

Molti saggi, filosofi e poeti (e adesso anche qualche scienziato) dicono che l’amore è la condizione naturale dell’essere umano. Ma cosa ci allontana dall’essere innamorati di noi e della vita stessa?

 



IN PRIMA ANALISI PENSIAMO: COS’E’ L’AMORE?

COME CI SENTIAMO QUANDO SIAMO INNAMORATI?

(e per innamorati non intendo l’infatuazione di un amore passeggero o per un ideale).


    Quando siamo in presenza di una persona con la quale l’amore è reciproco, la sensazione solitamente è di piena accoglienza ed accettazione. In questa sensazione ci sentiamo liberi di essere noi stessi.

Attraverso l’altro accogliamo aspetti di noi che solo lui/lei accetta e ci ricolleghiamo alle parti di noi che tendiamo ad allontanare. E’ la possibilità che ci dà l’universo per ritornare integri e totalmente NOI STESSI.

Quindi amore e accettazione vanno a braccetto. L’accettazione, lungi dall’essere qualcosa di passivo è un movimento interiore pieno di volontà e consapevolezza, che mediamente si esprime come una forza interiore esplorata in maniera superficiale.

Bisogna soprattutto ricordare che accettare non vuol dire non agire. Se accetto di essere grassa/o, brutta/o o pigra/o non vuol dire che non farò niente per cambiare la mia situazione, ma semplicemente smetto di allontanare la realtà, smetto di lottare inutilmente con quello che c’è e lascio che sia così come'è. Questo si discosta dal solito modo di pensare, ma provare e praticare l’accettazione è molto più semplice che spiegarla, poiché attiva un modo di pensare che si discosta dal luogo comune che ci rende inermi nei confronti dell’inevitabile.


E, così fuori… così dentro…

 

TECNICHE PER SVILUPPARE L’ACCOGLIENZA  E L’AMORE

ESERCIZIO DI ATTENZIONE:  (5 minuti)

IL BATTITO DEL CUORE

  • Nota le sensazioni fisiche che sperimenti quando la tua attenzione si sposta da un punto a un altro, in questo modo renderai sempre più chiari i riferimenti sensoriali relativi all’attenzione così da facilitarne l’utilizzo.
  • Non preoccuparti se l’attenzione va e viene, è normale, soprattutto all’inizio.
  • Se hai problemi al cuore e l’esercizio ti mette a disagio, fermati quando lo ritieni necessario, non dev’esserci nessuna forzatura.
  • L’ascolto del battito del cuore crea un effetto molto particolare poiché induce la nostra attenzione a diventare piuttosto acuta e aiuta a raggiungere velocemente un livello profondo di coscienza.

Tecnica:   

  1. Con gli occhi chiusi porta l’attenzione ai suoni che ti circondano, osserva le tue sensazioni e poi porta l’attenzione sul silenzio che circonda il tuo corpo. Ascolta questo silenzio, assaporalo per bene e osserva nuovamente le tue sensazioni.
  2. Appoggia una mano sul petto e sposta la tua attenzione sul battito del cuore. Al tuo interno qualcosa si fa attento, calmo e silenzioso. Osserva come ti senti e continua a cercare e ad ascoltare il battito del cuore per qualche minuto.
  3. Cerca il tuo battito sul collo, dove passa la giugulare. Percepiscilo con attenzione per qualche minuto.
  4. Ascolta poi il tuo battito in qualunque altra parte del corpo a tua scelta.


MEDITAZIONE:  (circa 10 minuti)
  1. Osserva il respiro, senza modificarlo in alcun modo. Ascolta il ritmo, il suono e il movimento dell’aria che entra ed esce dal corpo. In alternativa si può fare l’esercizio dell’attenzione sul battito cardiaco.
  2. Renditi conto della tua posizione e utilizza la mente come uno scanner per osservare il corpo. Qualunque tensione, senso di vuoto, dolore, qualunque cosa richiami la nostra attenzione viene osservata in modo equanime senza catalogarla, senza respingerla o modificarla.
  3. Ora porta l’attenzione al cuore (inteso come cuore energetico, quindi al centro dietro lo sterno). Permetti alla tua attenzione di essere vigile e calma.
  4. Ascolta il tuo cuore energetico, come lo senti? (Calmo, agitato, caldo, freddo, compresso, impercettibile…). Cerca di trovare dentro di te un modo per dare spazio al cuore, togli l’involucro o la resistenza che nascondono l’energia del cuore. Impara a dare spazio e a inglobare lentamente nell’energia del cuore tutto quello che ti circonda. Allarga i confini, dai spazio all’energia del cuore immaginando che accolga tutto quello che trova intorno a te.
  5. Espandi il cuore fino ai confini più remoti dell’universo, percepisci il tuo cuore che accoglie con calore e amorevolezza tutto l’universo.
  6. Ritorna lentamente con le percezioni sempre più vicino al tuo corpo, fai un respiro profondo, percepisci la tua posizione e quando lo vorrai potrai riaprire gli occhi.



VISUALIZZAZIONE

Chiudi gli occhi, porta l’attenzione al tuo interno e segui il movimento che crea il respiro nel tuo corpo.

Immagina poi la tua giornata come si svolgerebbe se l’accettazione e l’amore di cui prima abbiamo parlato facessero parte della tua vita. Osservati bene nelle piccole cose, come ti sveglieresti, come sarebbe la tua colazione, come ti vestiresti, come ti comporteresti con gli altri, cosa diresti, ecc.; osserva il tuo sguardo.


FOCUS GIORNALIERO

Quando ti viene in mente, cerca di espandere l’energia del cuore e prova ad accogliere il mondo che ti circonda, osserva le tue sensazioni senza giudizio ma con attenzione.


Bene, buon lavoro, ci rivediamo alla prossima meditazione.