ESPANDERE LA CONSAPEVOLEZZA

"IMPOSSIBILE E’ UN ASSURDITA’, IL BELLO FA PARTE INTEGRANTE DELLA MIA ESSENZA"  (Anne Givoudame)

 

Essere consapevoli dentro e fuori è l’ambizione dell’essere che progredisce verso l’evoluzione e la padronanza di sé.

La meditazione è il mezzo per entrare in contatto con il nostro Sé superiore, il nostro lato divino e la consapevolezza è la manifestazione di questa connessione. La meditazione se utilizzato come un modo (conscio o inconscio) per evadere dalla realtà a lungo andare può divenire un ostacolo che non ci permette di realizzarci pienamente nel mondo in modo completo. Il naturale progresso della meditazione deve avvenire nella vita di tutti i giorni e diventare consapevolezza, ossia espansione della coscienza in tutti i sensi, su tutti i fronti.

Per sviluppare questa capacità è utile adottare uno stato di attenzione espanso e rilassato. Quest’attenzione ha un grado di tensione/rilassamento che bisogna con il tempo allenarsi a espandere e ammorbidire; e un grado di accuratezza che viene raffinata con il tempo. Precisione o accuratezza in questo contesto non è sinonimo di tensione, al contrario più l'attenzione è vigile e rilassata più diventerà sottile e raffinata.   L’evoluzione dell’attitudine meditativa è un attenzione VIGILE ED ESPANSA.


Un aiuto allo sviluppo della consapevolezza è dato anche dalla conoscenza dell’anatomia sottile:

 Anatomia sottile

1.   CORPO CAUSALE - ANIMA

2.   CORPO MENTALE

3.   CORPO ASTRALE – EMOTIVO

4.   COPRPO ETERICO E LA SUA AUREA ETERICA

5.   AUREA ASTRALE

6.   AUREA MENTALE

7.    AUREA CAUSALE (molto più grande della              rappresentazione)




AUREA: emanazione energetica, visibile nell’arte sacra.

IL CORPO SOTTILE: il nostro corpo non visibile, formato da materia più sottile.

IL CORPO FISICO: il nostro corpo fisico formato da materia densa.

Il corpo fisico è il risultato del corpo eterico. Quest’ultimo viene chiamato anche corpo energetico, involucro nervoso. Esso ha un corpo e un emanazione aurica. Il corpo sottile è la rete sulla quale si forma la materia, la Matrix (che significa utero o matrice) sulla quale si manifesta il mondo materiale. La sua emanazione o aurea va otre la pelle del nostro corpo di qualche centimetro.

Il fisico sottile ha maggior libertà, plasticità e potere rispetto al corpo fisico, le malattie prima di intaccare il corpo fisico passano attraverso il corpo sottile; anche se non è normalmente visibile all’occhio, è possibile allenarsi a percepirlo, vederlo o utilizzarlo.

(alcune frasi sono tratte dal libri: “Risvegliare la coscienza attraverso il corpo” di Aloka Marti e Juan Sala).

CONSIGLI UTILI PER PERCEPIRE IL CORPO SOTTILE:

  • Trovare dei punti di riferimento sensoriali aiuta a rendere l’esperienza più reale e facile da memorizzare.
  •  Non dare peso e non lottare contro i dubbi; sì uno scienziato, sperimenta ogni esercizio in modo completo: non dare nulla per scontato, cerca di mantenere  una visione aperta e libera da pregiudizi.