PERIODO: dal 2 al 4 luglio 2020 (su richiesta anche in altri periodi con gruppi composti da un minimo di 6 persone)

ATTIVITA’: Yoga in ambiente, Yoga del Respiro, Trekking dal Gardeccia alla val Duron, prenottamento in Rifugio

Si tratta di un'escursione di uno splendore imparagonabile, appagante e diversificata. Il primo giorno si passa dai prati del Gardeccia, dove ai piedi delle spettacolari torri del Vajolet si seguirà la lezione di Yoga dedicata alla Terra per avere una consapevolezza stabile e una mente presente. Il giorno seguente, dopo un breve percorso in salita, si giungerà fino al rifugio Passo Principe, dove, accolti da un fantastico staff, si farà merenda. Il rifugio si trova incastonato nella roccia in mezzo a montagne verticali e immerso nell’aria pura e incontaminata. Da lì proseguiremo, attraverso un paesaggio lunare, fino ad arrivare al lago cristallino dell’ Antermoia, dove si praticherà una sequenza di yoga dedicata all’acqua e ai liquidi del corpo. In questa escursione, oltre a passeggiare in mezzo ai picchi più importanti del Catinaccio, si potranno ammirare alcuni dei più importanti gruppi dolomitici, come quello del Sella, del Sassolungo e la maestosa Marmolada. Nonostante a certe altitudini non ci sia molta vegetazione, non sarà difficile incontrare gruppi di camosci o altri animali della montagna. L’ultimo giorno si scenderà per la val Duron attraversando verdi pascoli e baite tipiche. La lezione di Yoga dedicata al Sole si concentrerà nel portare la persona a recuperare le energie utilizzate durante la gita e a metabolizzare il percorso interiore avvenuto nei giorni trascorsi insieme attraverso il fuoco del proprio sole. Infine, discesa verso l’abitato di Campitello di Fassa con la navetta.

PROGRAMMA

Giovedì 2 luglio: Ciampedie – Vajolet. Percorso di 3:45h  

Ore 09:45-10:00: partenza dalla Funivia a Pera di Fassa. 

Ore 11:30-12:30: Yoga in ambiente,  Lezione dedicata alla terra. 

Ore 12:30-13:30: pranzo al sacco  (non incluso)              

Ore 15:00: arrivo al rifugio Vajolet, 2243 m.                 

Ore 16:00-17:00:Yoga del respiro.                                        


Venerdì 3 luglio: Vajolet – Antermoia. Percorso di 4:00h. 

Ore 09:00: partenza dal rifugio Vajolet.                        

Ore 11:00-11:30: arrivo al rifugio Passo Principe, 2597 m.                 

Ore 12:30-13:00: pranzo al sacco.                                                

Passo Antermoia, 2770 m.

Ore 14:30-15:30: Yoga al Lago di Antermoia. Lezione dedicata all’acqua.

Ore 16:00: rifugio Antermoia, 2497 m.                        


Sabato 4 luglio: Val Duron, percorso di 3:00h.

Ore 08:00: partenza dal rifugio Antermoia                   

Ore 10:00-11:00: Yoga Val Duron. Lezione dedicata al Sole.

Ore 12:30: pranzo presso la baita Micheluzzi (non incluso)           

Ore 14:00:discesa in navetta.   

                                                                           
 
 

Alloggio nei Rifugi:

1 ° NOTTE
Il Rifugio Vajolet si trova nella zona del Catinaccio sotto le Torri del Vajolet e al centro di numerose passeggiate, escursioni e vie ferrate. Sono possibili numerose salite di varia difficoltà (la parete est del Catinaccio, le torri del Vajolet, punta Emma).
CIBO: Il Rifugio offre cibo locale, piatti senza glutine e vegani. 

LE CAMERE: mezza pensione o la pensione completa.
 il Rifugio è diviso in stanze che contengono 1-2-3-4-5-6-8-10 persone. È necessario portare un sacco a pelo. 


2 ° NOTTE
Antermia è il nome del rifugio e del lago che è di li a pochi passi. Nella tradizione ladina, è il nome della bellissima ninfa che viveva nelle acque del Giardino di Rose (Rosengarten) del Catinccio. Ci sono innumerevoli leggende ladine sulle rive e nelle acque di questo splendido lago alpino. 





Per chi non possiede il sacco a pelo o non vuole caricare lo zaino c'è la possibilità di acquistarlo al costo di € 24,90 o di noleggiarlo al costo di € 5,00. Tutte le camere hanno una finestra con vista sul gruppo del Catinaccio, Torre del Lago e Val di Fassa. I bagni sono condivisi su ogni piano e sono dotati di comodi lavandini e docce con acqua calda. In ogni stanza ci sono prese elettriche per la ricarica di dispositivi elettronici e gode di illuminazione autonoma anche di notte.
Camere: 4-5-7-9-12 letti.

COSA PORTARE: abbigliamento e scarpe adatte, tappetino yoga (è possibile noleggiarlo gratuitamente previa richiesta), qualcosa da mangiare durante il tragitto, sacco a pelo (è possibile noleggiarlo in alcuni rifugi).

PREZZO: all inclusive 449,00 euro a persona (socio CAI 419,00 euro). La caparra di 100 euro va versata entro il 12 giugno. (Il prezzo potrebbe variare a seconda delle esigenze: camera doppia, singola o comune nei rifugi).

Il prezzo è comprensivo di: 1 guida per tre giorni, 4 lezioni di yoga, 1 skipass, 1 navetta, 2 colazioni, 2 cene, 1 pranzo al sacco, 2 notti in rifugio.


Posti limitati, la prenotazione sarà effettiva solo dopo il versamento della caparra.

La caparra verrà rimborsata solo in caso di annullamento da parte nostra, causato da maltempo o condizioni non sicure.

Nel caso di annullamento da parte del cliente, la caparra non verrà restituita se non per ragioni particolarmente gravi. La motivazione sarà vagliata dal consiglio direttivo dell’associazione Samoy asd.